ASIA CAMBOGIA GUIDE I MIEI VIAGGI

Koh Rong, un angolo di paradiso in Cambogia

Dopo un tour nel Sud Est Asiatico la maggior parte dei turisti preferisce rilassarsi nel mare della Thailandia.

Le isole thailandesi sono indubbiamente le più gettonate dal turismo di massa; ma non per questo le uniche che meritino l’attenzione del turista.

Non solo Angkor Wat: la Cambogia ha tanto da offrire. Storia, cultura, spiritualità: qui la guida

E il mare? Credetemi, quando vi dico che Koh Rong è un angolo di paradiso.

Koh Rong

Come arrivare:

Via ufficiale: Si arriva dal porto turistico di Sihanoukville, fate attenzione all’orario, l’ultimo ferry parte alle 16, e solitamente proprio l’ultima corsa è quella puntuale! Il biglietto si può acquistare sia online (su 12go.asia) sia in loco: vi consiglio in loco in modo da poter valutare quale realmente parta prima. Chiedete il biglietto a/r: la data del ritorno rimane aperta, e risparmierete sul totale.

Via non ufficiale: dal porto commerciale, è possibile chiedere passaggio ai pescatori. Non viaggerete comodi, e probabilmente sarete assaliti dalla puzza di pesce, ma è un’alternativa per entrare davvero in contatto con la popolazione. Vi chiederanno non più di 5 USD a persona. (ovviamente i segreti dell’isola si scoprono l’ultimo giorno). Il gavettone è incluso nel prezzo.

Dove dormire:

Alloggiare sull’isola: per 6 USD potete dormire in una tenda sulla spiaggia, per 12USD potete permettervi un bungalow, e dai 40 USD la stanza in un resort. Per i più temerari le amache, sparse qua e là in tutte le spiagge, sono free 😉

Dove prelevare:

Prima di arrivare a Koh Rong è bene sapere che non sono presenti ATM, è consigliabile quindi avere già prelevato. Tuttavia al villaggio Koh Toch sono presenti diverse attività che ti danno l’opportunità di fare CASH OUT con la commissione del 10%. Non cercate di trattare, tutti vi chiederanno la stessa commissione.

Le spiagge più belle di Koh Rong

  1. COCONUT BEACH: merita la mia pole position perché è la spiaggia che mi ha ospitata per quasi un mese. Le barche non passano spesso, ciò rende l’acqua piuttosto limpida, mentre la sabbia è spessa e bianca. E’ una delle spiagge preferite dalle coppie, per questo sarà difficile trovarla caotica. Oltre le strutture ricettive e i ristoranti è presente anche un piccolo market. Tuttavia a renderla un po’ meno rilassante è la presenza dei cani: sono presenti moltissimi cani homeless che non vedranno l’ora di fare amicizia con voi!
  2. PAGODA BEACH: è una perla nascosta paragonabile alle spiagge Maldiviane, e lo dice una che alle Maldive c’è stata! E’ un vero paradiso incontaminato, e proprio su questa spiaggia ho mangiato l’Amok cambogiano più buono di tutta la vacanza!
  3. LONG BEACH: è la spiaggia preferita per ammirare il tramonto, infatti la maggior parte dei boat-tour termina proprio qui. E’ comunque un posto paradisiaco anche sotto la luce del sole, con spiaggia bianca e acqua cristallina.

Trasporti: come muoversi a Koh Rong

Muoversi sull’isola non è molto semplice. Queste sono le opzioni:

Taxi-boat: potete trattare con i pescatori o chiedere alla vostra struttura.

Scooter: è possibile affittare uno scooter dalla maggior parte delle strutture. E’ bene però sapere che l’unica strada percorribile decentemente è quella principale, mentre per arrivare alle spiagge o al villaggio si dovranno percorrere tratti nella giungla e nella sabbia. Sarà comunque un’esperienza da raccontare!

Trekking: Personalmente è la via che più mi è piaciuta. Ho fatto sia la tratta Coconut – Koh Toch, sia Cocont – Pagoda camminando. La fatica vale l’esperienza. Per evitare cali di pressione è ovviamente consigliabile incamminarsi davvero presto, calcolare bene i tempi per il ritorno per evitare di tornare al buio: dopo il tramonto l’unica illuminazione sarà data dalle vostre torce!

I villaggi

Koh Toch: è il villaggio principale, l’unica vera e propria piccola città dell’isola. E’ il posto preferito dai giovani viaggiatori poiché la più movimentata.

Villaggio dei pescatori: sono presenti nell’isola altri villaggi più piccoli. Uno di questi si trova proprio dietro Coconut Beach, QUI trovi il mio reportage fotografico.

Attività

Cosa fare a Koh Rong?

  1. Boat Tour: è l’ideale per passare una giornata diversa e vedere qualche altra spiaggia. Solitamente avrete anche il cibo incluso nel prezzo. Gli esperti nel boat tour sono i Pirates of Koh Rong, ma la maggior parte delle strutture ve lo saprà sicuramente organizzare.
  2. Plancton: sono degli organismi acquatici galleggianti che vengono trasportati dalla corrente, noti per risultare fluorescenti durante la notte. Nuotare tra i plancton è una delle attività possibili, ma per osservarli è necessario che non ci siano altre fonti di luce o inquinamento.
  3. Trekking: svegliatevi presto e vagate senza una meta, alla scoperta dell’isola! C’è tanta natura da scoprire.
  4. Pulire la spiaggia: non solo attività organizzate. Prendetevi cura del luogo in cui siete, cercando di inquinare il meno possibile, e pulire per quel che si può i rifiuti. I rifiuti possono diventare arte, guarda qui quello che abbiamo fatto noi, proprio a Koh Rong!
  5. Dolce far niente: siete in vacanza, non fare nulla può essere fantastico!

Party: la vita notturna a Koh Rong

Police Beach: dalla giungla spunta una capanna, ed è subito festa dall’1.30 fino al mattino. Principalmente il genere è elettronica/house. E’ aperto il mercoledì e il sabato. Ed è decisamente il party più atteso e frequentato dell’isola.

Nest Beach: vicino a Koh Toch, sulla spiaggia di 4K. Tutti i giorni fino a mezzanotte.

Pericoli

Il pericolo sull’isola ha un solo nome: sandflies. Vi racconto in questo articolo la mia esperienza con le mosche della sabbia cambogiane!

Foto di Koh Rong

Potrebbe interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *